Una professoressa dell’Università di San Dámaso, prima titolare a livello internazionale di una cattedra di Letteratura Araba Cristiana

L’Arcivescovo di Madrid e Gran Cancelliere dell’Università Ecclesiastica San Dámaso (UESD), il Cardinale Carlos Osoro, ha nominato la dottoressa Pilar González Casado Professoressa ordinaria di Letteratura cristiana araba. È la prima cattedra di questo tipo a livello internazionale. Questa formazione universitaria colma una lacuna nel mondo accademico spagnolo ed europeo, in cui gli studi si concentrano quasi esclusivamente sulla letteratura islamica composta in arabo.

“L’obiettivo di questa cattedra è indagare e far conoscere la produzione letteraria dei cristiani del Medio Oriente, che originariamente hanno impiegato altre lingue dell’Oriente cristiano –greco, siriaco, copto, etiopico, georgiano e armeno– per esprimere la loro fede e che dopo l’arrivo dell’Islam sono stati arabizzati. Tale produzione inizia nell’ottavo secolo e dura ancora oggi ma si ritiene che l’età aurea si collochi tra il IX e il XIII secolo “, afferma la professoressa González Casado.

Certamente ci sono altri ricercatori che lavorano in questo campo in varie Università e centri di ricerca, ma la loro attività non si riflette nella didattica. La maggior parte di essi dedica la ricerca alla letteratura araba cristiana ma insegna letteratura islamica. L’Uesd è l’unica università in cui confluiscono i due aspetti di ricerca e insegnamento: infatti, la letteratura araba cristiana è insegnata come materia.

L’importanza della letteratura araba cristiana si fonda sul fatto che “è la produzione letteraria che conserva le prime risposte della fede cristiana alla sfida sulla propia identità sconvolta dall’arrivo dell’Islam. Gli autori cristiani hanno approfondito il pensiero cristiano in arabo per esporre i fondamenti della dottrina cristiana. È la prima prova di come il pensiero cristiano, incentrato sui dogmi della Trinità, dell’Incarnazione, della persona di Gesù Cristo e della Parola rivelata, ha affrontato la sfida rappresentata dal’Islam “, spiega González.

Attualmente, la dottoressa González Casado insegna presso la Facoltà di Letteratura Cristiana e Classica San Justino, appartenente alla Uesd. Impartisce lezioni di lingua araba, lingua siriaca, lettura di testi arabi e letteratura araba cristiana. “Come insegnante e ricercatrice cristiana, insegnare in un’università ecclesiastica mi ha permesso di mettere insieme la mia professione e la mia vocazione personale, che è semplicemente quella di diffondere la verità rivelata in Gesù Cristo, potendo mettere la mia ricerca accademica al servizio della Chiesa cattolica”, afferma la nuova professoressa dell’UESD.

Pilar Gonzalez Casado è nata a Madrid nel 1964, è sposata, madre di tre figli e nonna di due nipoti. Ha una Laurea in Arabo e Studi Islamici presso l’Università Autonoma di Madrid (1987) e un Dottorato in Studi Arabi presso l’Università Complutense di Madrid (2000), dove ha diretto corsi di Dottorato presso l’Istituto Universitario di Scienze Religiose.

Dal 1992 insegna l’arabo e il siriaco nell’Istituto San Justino. A partire dal 2010, quando l’Istituto era già stato eretto a Facoltà, ha cominciato anche a dare lezioni di Letteratura araba cristiana nel Master. Le sue pubblicazioni e ricerche si dirigono alla letteratura araba cristiana e alla letteratura apocrifa cristiana.

UESD: Un’Università cristiana aperta al mondo

San Dámaso promuove l’umanesimo cristiano attraverso l’evangelizzazione della cultura al servizio della società. Sotto il suo motto Veritatis Verbum Communicantes (Trasmettitori della Parola di Verità), l’Università svolge un compito di formazione dei candidati al sacerdozio e di altre forme di vita consacrata, ma è aperta anche ai laici che vogliono approfondire la fede cattolica scientificamente e con rigore.

L’UESD ha quattro facoltà (Teologia, Diritto canonico, Filosofia e Letteratura cristiana e classica) e l’Istituto superiore di scienze religiose. L’anno scorso, più di 2000 studenti di 50 nazionalità hanno studiato presso l’UESD in diversi corsi, anche a distanza. Tutti i diplomi universitari hanno riconoscimento civile ed ecclesiastico, ed è possibile accedere a corsi di Laurea, Master e Dottorato.